Regole di Gara

 

Regolamento organizzativo

Tipologie di gara:
- Gara Nazionale per l’assegnazione del titolo italiano in gara unica;
- Gare Nazionali per l’assegnazione del titolo italiano a punti;
- Gara per l’assegnazione del titolo di Campione italiano della Gran Fondo;
- Gara Nazionale per l’assegnazione del titolo italiano regionale a squadre in gara unica;
- Gare Nazionali per l’assegnazione del titolo italiano a squadre a punti;
- Campionati regionali;
- Trofei o coppe locali;
- Gare divulgative.

Omologazione piste

 

le piste del Campionato Italiano e di tutte le gare che possono portare ad un titolo Italiano devono, oltre a ricordare le difficoltà delle gare ciclistiche, avere lo stesso standard di omologazione e misure. Tali misure, espresse in centimetri, devono essere:

Per i rettilinei larghezza x lunghezza: 24x48, 25x50, 26x52.


Per le curve piccole, frazione circolare a 90° con raggi di: rxr, 24x24, 25x25, 26x26. 


Per le curve grandi, frazione circolare di anello di corona a 90° con diametri e Raggi: Rxd, 24x48, 25x50, 26x52.


Di seguito uno schema esemplificativo dei pezzi principali       

  

Le piste non omologate, ma ammesse alle competizioni dei Campionati Italiani, saranno valutate dalla Federazione seguendo criteri di gioco e di decoro e non potranno essere tra tutte oltre il 30% delle gare che si disputeranno nell'arco dell’anno agonistico. Senz'altro saranno ammesse, nelle percentuali prima indicate, la pista di cartone raffigurante l’Autodromo di Monza costruita dal designer Gigi Dossena e la pista in vetroresina a forma d’Italia del Tappino Tour. Pezzi non conformi ma utili al gioco saranno valutati di volta in volta sempre seguendo criteri del bel gioco e di decoro e in percentuali minime rispetto al tracciato. 

Gara Nazionale per l’assegnazione del titolo italiano in gara unica

La Gara Nazionale per l’assegnazione del titolo italiano in gara unica si svolge a Verona durante la manifestazione del Tocatì che generalmente ha luogo nel periodo di Settembre. Si svolge nella giornata del sabato (in passato si giocava di domenica). Le delegazioni sono formalmente invitate a non fissare alcun tipo di gara nella data di Verona per poter permettere la massima affluenza a tale manifestazione vista la sua importanza. Sono ammessi alle semifinali tutti i partecipanti a una finale del campionato nazionale a punti e dei campionati regionali. Coloro che non rientrano in tali categorie potranno partecipare alla finale superando le batterie, effettuate secondo regolamento, che si svolgeranno a Verona nella mattina del giorno della finale. Il numero massimo di partecipanti per la finale è fissato a 14/16 giocatori e, a traguardo intermedio, continueranno i primi 14: sarà cura dell’organizzazione di gara riuscire a raggiungere tale numero attraverso gare selettive precedenti la competizione. La gara di Verona è anche valida per il titolo italiano a punti e avrà stesso punteggio delle altre gare del campionato italiano a punti.

Gare Nazionali per l’assegnazione del titolo italiano a punti

La composizione del calendario nazionale a punti si compone possibilmente di almeno due tappe per regione aventi delegazioni (Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna) più le due tappe di Aosta e Verona (dove si elegge il campione a gara unica). Le delegazioni indicheranno 2 o più luoghi con date annesse per la promozione del gioco e il consiglio direttivo deciderà se confermare le date e i luoghi proposti valutando le caratteristiche delle piazze di gioco e prediligendo le proposte con: maggior affluenza, visibilità, prestigio ed eventuale coincidenza di gara nella stessa località (esempio Genova Porto Antico e Villa Gruber sceglie il consiglio quale disputare o stessa data in località differenti), in caso di mancata accettazione della proposta le delegazioni potranno riformulare le stesse cambiando data o località. Il campionato italiano a punti si svolgerà quindi al meglio di 12/14 gare che si svolgeranno, come consuetudine, nei mesi tra aprile e novembre. 

I punteggi per tappa del Campionato Italiano a punti sono così assegnati:

25 punti al 1°
20 punti al 2°
16 punti al 3°
13 punti al 4°
11 punti al 5°
10 punti al 6°


9 punti al 7°
8 punti all'8°
7 punti al 9°
6 punti al 10°
5 punti all'11°
4 punto al 12°

3 punti al 13°
2 punti al 14°
il 13° e il 14°
si assegnano solo per la "Finale su Gara Unica"
e la "GranFondo"

Qualora non fosse possibile disputare una gara tra quelle in programma per motivi metereologici, organizzativi, etc. sarà cura della Federazione trovare altra data e luogo per poter garantire il numero di gare previste inizialmente per il campionato, possibilmente nella stessa regione. 

Per venire incontro ai giocatori i quali sono  impossibilitati a partecipare a tutte le gare, si è stabilita la regola di uno scarto ogni 5 gare e cioè ogni giocatore potrà scartare il suo risultato peggiore (zero in caso di assenza) al raggiungimento di ogni cinquina di gare: uno scarto alla quinta gara, due scarti alla decima gara, etc. Nel caso in cui il campionato prevedesse 12 gare vi saranno solo due scarti. 

Il titolo di Campione Nazionale italiano a punti è assegnato a colui che, sommando i vari risultati di tappa, avrà il maggior punteggio eliminando i 2 risultati peggiori. 

Gara per l’assegnazione del titolo di Campione italiano della Gran Fondo

La GranFondo è la gara più lunga in termine di estensione e partecipanti dove si utilizzano quasi tutte le difficoltà che l’O.G. ha a disposizione. Si svolge, come da tradizione, ad Asti e assegna il titolodi Campione italiano della GranFondo. Per tale gara non vi è limite nel numero di partecipanti anche se, per questioni logistico/organizzative, l’O.G. potrebbe effettuare gare selettive qualora si raggiungesse un numero di giocatori superiore a 20. Ulteriore selezione, a traguardo intermedio, continueranno i primi 14. La Gran Fondo è anche valida per il titolo italiano a punti e avrà stesso punteggio delle altre gare del campionato italiano a punti. 

Gara Nazionale per l’assegnazione del titolo italiano regionale a squadre in gara unica 

Competizione in gara unica per squadre in cui si affronteranno gruppi di giocatori residenti nella stessa regione. Le squadre saranno composte da tre giocatori che effettueranno la gara contestualmente allo svolgimento della Gran Fondo (vista l’ampia partecipazione e quindi la possibilità di formare squadre). Ad ogni partecipante è assegnato, oltre al punteggio previsto per la Gran Fondo, anche il seguente punteggio per la gara a squadre: 1 punto al 1° classificato; 2 al 2°; 3 al 3°; etc. La vittoria è assegnata alla squadra con il minore punteggio. Ogni regione può indicare una o più squadre (squadra a, b, c, etc.) in cui ogni giocatore può far parte di una e una sola formazione. Le squadre devono essere indicate all’O.G. prima della partenza della gara e la competizione di svolgerà se vi saranno almeno due compagini regionali (di regioni differenti). 

Gare Nazionali per l’assegnazione del titolo italiano a squadre a punti 

La competizione di svolge durante le gare del campionato italiano a punti e vede sfidarsi squadre di 3 elementi per formazione più due riserve. La presentazione delle squadre deve essere effettuata prima dell’inizio del campionato e può prevedere la partecipazione nella stessa squadra di giocatori di diversa regione,nazionalità, sesso, età; i primi 3 classificati del campionato a punti dell’anno precedente non possono far parte della stessa squadra, ma potranno essere testa di serie di ogni squadra. Le squadre devono essere formate almeno da tre elementi che non potranno essere cambiati durante il corso del campionato mentre gli altri due possibili elementi possono essere aggiunti anche a campionato in corso, comunque prima di effettuare una gara, i giocatori aggiunti non possono essere più sostituiti durante il proseguo dell’anno. Il campionato avrà luogo se saranno presentate almeno tre squadre. Ai giocatori sarà assegnato stesso punteggio della gara del campionato italiano a punti. Se una formazione avesse meno di tre giocatori in una gara, saranno assegnati zero punti per ogni atleta mancante. Nel caso in cui in una gara vi fossero 4 o 5 elementi della stessa squadra, saranno presi in considerazione, ai fini dei punteggi, solo i migliori tre punteggi per ogni squadra. La vittoria è assegnata alla squadra che raggiungerà il punteggio maggiore sommando i risultati dei singoli atleti per ogni gara. 

Campionati Regionali e Provinciali 

I campionati regionali e provinciali sono di organizzazione delle delegazioni e vi possono partecipare solo i locali.

Per locali s’intende i residenti nella regione dove si svolge il campionato. Il numero minimo di gare necessario per eleggere il campione regionale è 3.

Eccezioni alla regola esclusiva di residenza può essere fatta nei seguenti casi:

  • Giocatore di una regione A, per diversi motivi (date più confacenti, vicinanza o altro), chiede di poter partecipare al campionato regionale della regione B. In tal caso la partecipazione può essere accettata, ma il giocatore può fare un solo campionato regionale l’anno quindi non ne può fare altri;
  • Gli organizzatori, prevedendo un numero basso di partecipanti alla manifestazione fissata, concedono delle “special card” a un numero di giocatori tale da poter effettuare la gara regolarmente senza inficiare la possibilità di alcun locale a partecipare alla finale della tappa del campionato regionale. 

Tale disposizione è stata redatta per cercare di far fiorire i gruppi locali e far appassionare al gioco più persone che, vedendosi scavalcati da altri giocatori non della propria regione, potrebbero non partecipare alla finale, non prendere punti per il campionato regionale e non appassionarsi al gioco. 

Sarà compito delle delegazioni regionali indicare alla Federazione con il dovuto preavviso di quante gare sarà composto il campionato, il luogo e gli orari delle competizioni. Si è fatto divieto l’organizzazione di gare regionali/provinciali nelle stesse date in cui si svolgeranno le prove del campionato nazionale a punti.

Eccezione alla regola: Si possono organizzare nello stesso giorno gare nazionali e/o regionali e/o provinciali purché siano effettuate nella stessa località in orari differenti e dando maggior importanza alla gara nazionale poi regionale e poi provinciale. 

Esempio: gara regionale alla mattina e gara nazionale al pomeriggio.

Trofei o coppe locali

Le delegazioni possono effettuare organizzazioni comprensive di più gare al termine delle quali si assegnerà un vincitore sommando i risultati delle gare indicate a programma (Vedi Trofeo GiocattolAcqui sfida al meglio di tre manifestazioni).

Gare divulgative

Gare con lo scopo di far conoscere il gioco senza l’assegnazione, se non simbolica, di un vincitore.

*Eccezioni:

* “GRANFONDO” ASTI

* TORNEI PARTICOLARI

GARE CONCORDATE IN ANTICIPO

joomla template gratuitjoomla free templates

Federazione Italiana Giuoco CicloTappo

Via Crosa di Vergagni 3r 16124 Genova

Tel. +39010882186 +393351248831

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gruppo Città di Genova

P.I. 03226440109

2019  Federazione Italiana Giuoco CicloTappo   globbersthemes joomla template